Don Aniello Manganiello, sacerdote di frontiera, si racconta a “Libri in Teatro”

 

 

 

 

        Giovedì 13 dicembre 2018, ore 17,00

Presso il Teatro RIDOTTO  (adiacente il Teatro delle Arti), via Grimaldi 7, Salerno

                          è stato presentato il  libro di Don Aniello Manganiello e del giornalista Andrea Manzi :

“GESU’  E’  PIU’  FORTE  DELLA  CAMORRA.  DALLA CAMPANIA  ALLE  SCAMPIA  D’ITALIA”

                                                                   (Europa  Edizioni)

Presenti in sala: M° Claudio Tortora (Presidente del Premio Charlot), Francesco Grillo (Giornalista, Direttore della vetrina letteraria itinerante internazionale ” RaitoLibri” – Segretario prov.le e Vice Segretario reg.le della FAILP CAMPANIA), Prof. Florinda Battiloro (Presidente Caffè dell’Artista), Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini (giornalista, Vicegovernatore dell’Unione Mondiale degli Stati), Dott. Corrado Lembo (Procuratore Capo della Repubblica, Salerno) che ha introdotto le riflessioni degli autori sulla forte tematica contenuta nel testo.

                                                                                   Descrizione del libro

“Gesù è più forte della camorra” è il coinvolgente racconto di vita di don Manganiello, un coraggioso prete di frontiera che si batte da oltre vent’anni per sconfiggere la camorra e a favore dei più deboli. Senza reticenze né ipocrisie. In modo radicale e spesso critico anche nei confronti di molte istituzioni che ancora oggi risultano assenti in molti territori “caldi” del Paese. Una figura esemplare sempre al fianco delle persone bisognose, che si mischia tra gli ultimi e si impegna con quotidiana perseveranza nella difesa della giustizia, ma anche nella ricerca di redenzione e dialogo con i camorristi di cui denuncia, al tempo stesso e senza indugio, l’azione criminale. Una figura quindi scomoda e spesso malvista in più contesti, senza escludere alcuni ambienti ecclesiastici. Questo diario raccoglie la testimonianza della sua intera missione che a partire dalle strade di Scampia (a Napoli) raggiunge attualmente gran parte del territorio nazionale tramite l’associazione “Ultimi contro le mafie e per la legalità” con l’intenzione di sottrarre soprattutto i giovani al sistema della criminalità organizzata, portando nelle strade più povere d’Italia la misericordia e la speranza in un futuro migliore.
Di seguito alcuni scatti fotografici della serata:
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *